Botanica Farmaceutica (Tecniche Erboristiche)

 

Pharmaceutical botany

 

Anno accademico 2019/2020

Codice attività didattica
FAR0245
Docenti
Prof. Maria Laura Colombo (Titolare del corso)
Barbara SGORBINI (Titolare del corso)
Corso di studio
[f003-c701] laurea in tecniche erboristiche - a savigliano
Anno
1° anno
Tipologia
Di base
Crediti/Valenza
8
SSD attività didattica
BIO/15 - biologia farmaceutica
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Obbligatoria
Prerequisiti
biologia vegetale
 
 

Obiettivi formativi

  • ITALIANO
  • ENGLISH

Fornire le nozioni indispensabili alla conoscenza dell'organizzazione vegetativa e riproduttiva degli organismi vegetali e dei funghi. 

Lo studio della Botanica Sistemaica avrà particolare riferimento alle piante aromatiche ed officinali ed alla specie fungine con valenza salutistica

 

Risultati dell'apprendimento attesi

Lo studente deve essere in grado di riconoscere e conoscere da un punto di vista sia macro che microscopico i diversi organi vegetali. Deve inoltre conoscere i caratteri delle più comuni famiglie rappresentate nella nostra flora e delle principali specie di interesse officinale, nonchè avere la capacità di classificare con l'ausilio di testi opportuni (chiavi dicotomiche) esemplari freschi e di allestire correttamente esemplari d'erbario.

 

Programma

  • italiano
  • english

Botanica Generale. I tessuti vegetali : tegumentali, meccanici o di sostegno, conduttori, parenchimatici, secretori e segregatori. Quest’ultima classe di tessuti verrà studiata con particolare interesse, data la stretta correlazione esistente con le piante aromatiche e medicinali.
 
Organografia vegetale : struttura anatomica di radici e fusto in struttura primaria e secondaria, appartenenti a Felci, Gimnosperme e Angiosperme, queste ultime distinte in Dicotiledoni e Monocotiledoni. Anatomia dei fusti trasformati. Anatomia della foglia : aciculare, dorso-ventrale, isolaterale correlata con la posizione tassonomica dei vegetali. Modificazioni delle foglie.
 
Brevi cenni di Fisiologia : Il trasporto dell’acqua nella pianta. La nutrizione minerale. 
 
Botanica Sistematica. Riproduzione agamica e gamica. Modalità di riproduzione sessuale nei vegetali. Cicli aplonti, diplonti e aplodiplonti. Scopi della Botanica Sistematica e categorie sistematiche. La nomenclatura. Tassonomia. Interpretazione della tassonomia delle piante con fiori secondo APG II 2003. Rassegna sistematica del Regno Vegetale. Tallofite: Alghe, Miceti, Licheni. Briofite. Spermatofite: Pteridofite. Gimnosperme. Angiosperme.
 
Lo studio tassonomico e le applicazioni farmaceutiche sono affrontati in modo particolarmente approfondito per le piante Gimnosperme ed Angiosperme. Tecniche di preparazione di un Erbario.
 
Esercitazioni di laboratorio. Esse vertono sul riconoscimento microscopico dei diversi organi vegetali. Uso di chiavi dicotomiche per la determinazione di Gimnosperme e Angiosperme. Modalità di allestimento di un erbario.

 

Modalità di insegnamento

Il corso di Botanica Farmaceutica è costituito da lezioni teoriche (che si svolgono in aula) e da esercitazioni pratiche (che si svologno in laboratorio, corredate anche da uscite didattiche in habitat di interesse naturalistico). Sia le lezioni che le esercitazioni sono obbligatorie.

 

Modalità di verifica dell'apprendimento

Non sono previste prove in itinere, ma il solo esame finale, costituito da una prova scritta seguita da una prova orale, previo superamento della parte scritta. La prova scritta, della durata di 2 ore e da svolgersi senza l'ausilio di supporti cartacei (appunti e libri di testo) o elettronici (cellulari, tablets e similari), consiste di 1 domanda aperta e di un’immagine della sezione (osservata al Microscopio Ottico) di un fusto o di una radice o di una foglia di Gimnosperme o Angiosperme da identificare e commentare. La prova orale verte sulla discussione dell’esame scritto con richiesta di eventuali chiarimenti (se necessario); quindi viene richiesta la presentazione dell’erbario (almeno 10 exsiccata) e la descrizione delle specie raccolte; la parte finale dell’esame orale prevede domande sulle diverse entità tassonomiche studiate in Botanica Farmaceutica Speciale: Alghe, Funghi, Licheni, Briofite, Pteridofite, Gimnosperme ed Angiosperme, se queste ultime non fossero già presenti nell’erbario.

Laddove il numero di studenti iscritti fosse inferiore a 15, l'esame si svolgerà interamente in forma orale.

 

Testi consigliati e bibliografia

Le diapositive presentate e commentate a lezione sono messe a disposizioni degli studenti. Le diapositive sono molto schematiche, ed il loro contenuto va integrato con quanto verrà detto a lezione.

E.Maugini, L. Maleci Bini, M.Mariotti Lippi MANUALE DI BOTANICA FARMACEUTICA ed. Piccin M.

 

Note

Il corso avrà luogo nel secondo semestre, quando lo studente avrà già seguito l'insegnamento di Biologia Vegetale. Nel corso di Biologia Vegetale lo studente affronterà lo studio della cellula vegetale (cioè la cosiddetta Citologia) ed anche lo studio dei tessuti (cioè la cosiddetta Istologia).

Il programma della Botanica Farmaceutica prenderà l'avvio, proprio avvalendosi di queste conoscenze di base, citologiche ed istologiche, e si procederà con lo studio delle piante e della loro anatomia.

Allo studente verrà anche richiesto di preparare un erbario, costituito da almeno 10 campioni. Le modalità di allestimento e preparazione dell'erbario saranno spiegate a lezione.

Registrazione
  • Aperta
     
    Ultimo aggiornamento: 05/11/2017 17:25
    Campusnet Unito
    Non cliccare qui!