Dietofarmacia

 

Anno accademico 2019/2020

Codice attività didattica
FAR0220C
Docente
Prof. Clara CENA (Titolare del corso)
Crediti/Valenza
1
SSD attività didattica
CHIM/08 - chimica farmaceutica
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Obbligatoria
Tipologia esame
Scritto
Tipologia unità didattica
modulo
Corso integrato
 
 

Programma

GLUCIDI:

  1. Azioni mediate dai carboidrati e dalle fibre nell’organismo: finalità di un loro utilizzo nella dieta, in nutrizione enterale e parenterale.
  2. Alterazione del metabolismo glucidico (diabete di tipo 1° e 2°) e ruolo preventivo di alcuni nutrienti.
  3. Interventi dietoterapeutici e supplementazioni nutrizionali nel trattamento di patologie correlate a stati iperglicemici (disfunzione endoteliale, rischio cardiovascolare)

LIPIDI:

  1. Azioni mediate da lipidi nell’organismo: finalità di un loro utilizzo nella dieta, in nutrizione enterale e parenterale (acidi grassi a media e a lunga catena, a diverso grado di insaturazione, steroli).
  2. Alterazioni del metabolismo lipidico (dislipidemie e patologie cardiovascolari) e ruolo preventivo di alcuni nutrienti.
  3. Interventi dietoterapeutici e supplementazioni nutrizionali nel trattamento delle patologie correlate alle dislipidemie (es.:diminuzione del rischio coronarico per assunzione di acidi grassi w-3)

PROTIDI:

  1. Azioni mediate da amminoacidi, peptidi e proteine nell’organismo: finalità di un loro utilizzo nella dieta, in nutrizione enterale e parenterale.
  2. Correzione del bilancio azotato negativo in pazienti in stato ipermetabolico o in condizioni di malnutrizione dovuta sia a disturbi alimentari (anoressia) sia a patologie dell’apparato digerente, malattie renali, scompenso cardiaco, ecc.

NUTRACEUTICI:

  1. Azioni mediate da vitamine, minerali e da altri nutrienti (cofattori enzimatici, peptidi, lipidi, composti tiolici, ecc.), nonché da sostanze di origine vegetale (derivati fenolici, terpenici, ecc.) in condizioni di stress ossidativo (patologie neurodegenerative, disfunzione endoteliale, sindrome metabolica, sindrome da affaticamento cronico, protezione epatica da danno mitocondriale, terapia riabilitativa, ecc.).
  2. Apporti nutrizionali di interesse sia nella prevenzione che durante il trattamento del cancro: vitamine, derivati polifenolici, fibre, tioli ad azione detossificante, isotiocianati, ecc.
 
Ultimo aggiornamento: 06/03/2012 23:30
Campusnet Unito
Non cliccare qui!